Archive for the 'al volo' Category

Il Corpo delle donne 2… ovvero la ridicola difesa di Striscia la notizia

28 febbraio 2011

L'ex velina di Striscia la Notizia, Melissa Satta, sulla copertina del settimanale Panorama. Per chi non se ne fosse accorto, "toccami" si riferisce ai dispositivi touch screen.

Quei buontemponi di Striscia la Notizia di recente hanno pubblicato online il Corpo delle Donne 2, la mercificazione della donna sulla stampa progressista.

Partendo dal famoso documentario di Lorella Zanardo, Antonio Ricci & Co. intendono dimostrare come la mercificazione dell’immagine della donna avvenga sulla stampa di sinistra e non solo sulle reti Mediaset.

A guardare i primi secondi del contro-documentario targato Mediaset, sembra di assistere piuttosto ad una resa, un’inevitabile disfatta. Per confutare il lavoro della Zanardo, infatti, Striscia le fa il verso.

Gli autori (autrici?) di questo capolavoro non possono fare altro che riprendere le immagini iniziali di Il Corpo delle Donne, inserendo una voce fuori campo che imita l’originale e come sottofondo Because the night di Patty Smith, inno delle “donne progressiste”.

Forse per il pubblico di Striscia la Notizia, questo documentario potrà sembrare l’avanguardia del femminismo (in salsa berlusconiana, sia ben chiaro), per la casalinga frustrata e il suo vorrei-ma-non-posso (permettermi-il-viagra) marito, il Corpo delle donne 2 sarà l’illuminazione del terzo millennio. Leggi il seguito di questo post »

Per farla… rito abbreviato

15 febbraio 2011

Su Wikipedia si legge: “Perché il P.M. possa chiedere il giudizio immediato occorre l’evidenza della prova e che la persona sottoposta alle indagini sia stata interrogata sui fatti dai quali emerge l’evidenza della prova oppure che la persona, pur avendo ricevuto l’invito a presentarsi, non si sia presentata.”

Quale delle due ipotesi?

Sì, manifestare!

15 febbraio 2011

Una delle tantissime e bellissime donne che manifestavano in piazza Castello domenica 13 febbraio

Non me lo aspettavo. Per una scettica come me è stata una sorpresa. Più di tutto, mi ha sopresa Milano. Nonostante la pioggia, domenica 13 novembre a gridare Se non ora quando? eravamo in centomila, ammassati tra il Duomo e Piazza Castello.

La cosa più sorprendete è stato vedere la sciura milanese sfidare la pioggia e il freddo pur di manifestare in piazza. La sciura che incontri per strada al mattino, che va a fare la spesa in pelliccia, col carrello e i capelli freschi da messa in piega.E non ti aspetti di vedere proprio lei, insieme alle sue amiche, altrettanto impeccabili e impellicciate, accalcate per le vie del cento, circondate da striscioni colorati e provocatori.

Leggi il seguito di questo post »

Lady Gaga… senza Madonna non sarebbe Lady Gaga

13 febbraio 2011

A breve uscirà Born this way di Lady Gaga. L’inno gay (queer, glbt, lgbtq… chiamatelo come vi pare!) del terzo millennio. La canzone mi piace. Così come mi piacciono le musichette orecchiabili, pop e proud to be gay. Però, e mi rivolgo soprattutto a chi è molto più giovane di me, mi è bastato ascoltarlo al volo per cogliere qualche lieve somiglianza. Indovinate un po’ con chi!

Il pensiero dominante:

12 febbraio 2011

La filosofia del pesciolino rosso

Dal sito di Repubblica:

22 gennaio 2011

Il Pd, “Chiarisca o se ne vada”

Scusate ma cos’ha da chiarire ancora Berlusconi?

CASSAZIONE: ALLO STADIO E’ VIETATO FARE IL SALUTO FASCISTA (e alla festa dei Carabinieri?)

18 giugno 2009

ANSA: “E’ vietato ai tifosi, specie durante i tafferugli con la polizia, salutare con il ‘saluto fascista’ o ‘saluto romano’ perché il gesto richiama una ideologia violenta e discriminatrice. Lo sottolinea la Cassazione che ha confermato la condanna (la cui entità non è nota) a un tifoso ultrà dell’Hellas-Verona. In particolare la Suprema Corte ha respinto il ricorso con il quale l’ultrà del Verona, Luca S.(30 anni), contestava la condanna inflittagli dalla Corte d’appello di Trieste il 6 maggio 2008.”

La domanda nasce spontanea: perché un ragazzo – stupido, non c’è che dire – dev’essere condannato e un ministro della Repubblica, non solo non viene denunciato, ma rimane al suo posto…
Io voglio che la Brambilla se ne torni a casa sua, dove lei e suo padre si possono salutare alla fascista dove e quando vogliono!

Di Venere e di Marte

17 ottobre 2008

Non ci si sposa e non si intraprende l’arte…

io sono superstiziosa…ma proprio tanto!
Eppure comincio proprio oggi, Venerdì 17…

Però a volte bisogna fare una follia! Se è troppo follia, mi tocca chiudere l’ennesimo blog…

But that’s ok!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: