La democrazia non si esporta. La recente scoperta di Franco Frattini.

21 febbraio 2011

Il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha incontrato a Bruxelles i ministri europei per discutere su quanto sta avvenendo in Libia (più di 300 morti in pochi giorni, l’esercito che spara sulla folla, il figlio di Gheddafi che minaccia gli insorti, saccheggi, caos e assalti ai cantieri stranieri… insomma, cose da poco).

Al suo ingresso al Consiglio Affari Esteri, Frattini ha detto ai giornalisti:

L’Europa non deve esportare la democrazia. Noi vogliamo sostenere il processo democratico, ma non dobbiamo dire: questo è il nostro modello europeo, prendetelo. Non sarebbe rispettoso dell’indipendenza del popolo, della sua ownership.

Il discorso non fa una piega. Peccato che Frattini qualche tempo fa abbia sostenuto un signore di nome Bush che la democrazia l’esportava a suon di bombe.

Forse tra Iraq e Libia dev’esserci una differenza che proprio non riesco a cogliere.

Annunci

2 Risposte to “La democrazia non si esporta. La recente scoperta di Franco Frattini.”

  1. Odisseo Says:

    La differenza sostanziale sta nel fatto che in Libia ENI ha già degli accordi per l’estrazione, in Iraq non ne aveva. Questo è l’unico criterio che consenta di stabilire se “valga la pena” esportare la democrazia!

  2. lamile Says:

    Odisseo, purtroppo sono tristemente d’accordo con te.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: